Trevignano 01/09/2017

Il passaggio nella mia vita del M° Armando Renzi è stato una grande fortuna perchè con Lui ho scoperto la vera musica, con Lui sono cresciuto musicalmente e accanto a Lui ho mosso i primi passi compositivi che sono stati il fondamento della mia carriera musicale.Artista di straordinaria sensibilità, fantastico docente, uomo di grande carisma non potevo desiderare di più e ancora oggi, dopo tanti anni, sento ancora la Sua presenza quanto mai viva ed indistruttibile. Ricordo tanti episodi durante il periodo dei miei studi con lui ed in special modo l'incitamento continuo a migliorarmi proprio per raggiungere quel risultato che mi ha portato nella maturità alla docenza di organo nel Conservatorio “Pierluigi da Palestrina” di Cagliari.

Ma non posso dimenticare anche alcuni episodi di vita quotidiana con i suoi proverbiali giudizi sul mio conto. Una volta mi consegnò un compito da svolgere e più precisamente una armonizzazione del Corale natalizio “Nobis natus, nobis datus" per coro a quattro voci miste. Mi misi al lavoro cercando di realizzare un qualcosa per sentirmi dire “bravo” dal mio Maestro e quando arrivai al suo cospetto, con la mano tremante, posi il foglio tra le sue mani. Lui lo guardò con aria severa senza profferire parole poi incominciò a domolirlo con una serie di critiche che mi fecero sprofondare sempre più in basso. Scoraggiato, ripresi il lavoro in mano e mentre stavo uscendo dalla porta con voce decisa mi disse: “Domenica venga a S.Pietro perchè lo sentirà cantare dal mio coro. Puntuale andai e fu una grande gioia per me”. Altro episodio di grande stima fu quello che, analizzando dei miei lavori musicali, all'improvviso esclamò “ Io non cambierò mai il suo stile compositivo perchè un giorno potrebbe essere la sua fortuna.” Queste furono parole profetiche perchè diversi anni dopo le mie musiche ebbero un grande successo e in modo particolate il mio Cantabile n°2 (For you) che raggiunse oltre 100.000 visualizzazioni in Internet essendo stato suonato in tutto il mondo da molteplici grandi organisti. L'ultimo episodio fu quello quando vinsi la Cattedra di Organo principale a Cagliari. Felice del risultato desideravo comunicarlo al Maestro non telefonicamente ma direttamente. Andai al Conservatorio di S. Cecilia e lo trovai di spalle al bar. Arrivato sulla porta dissi a lui: "Maestro”. Si girò verso di me fissandomi negli occhi. Io esclamai con gioia ho vinto la Cattedra di organo a Cagliari e lui di rimando “Se lo merita” ma io aggiunsi: Maestro io non so come ringraziarLa per quello che ha fatto per me e lui rispose: non mi deve ringraziare ma si ricordi che quando sarà nella posizione di poter aiutare chi ha talento faccia quello io fatto per lei ed io tenni fede alle sue splendide parole.Vorrei concludere questo mio piccolo ricordo con quanto scritto alla fine della partitura del mio Cantabile n°185 su una Elevazione musicale del Maestro. “Con profondo affetto e venerazione ho desiderato comporre questo Cantabile nel ricordo del mio amatissimo ed indimenticato Maestro Armando Renzi. Da Lui ho appreso l'arte di comporre e l'entusiasmo di diventare musicista: Il Suo ricordo sarà sempre vivo nel mio cuore”.

M° Enrico Pasini

Video

Omaggio ad Armando Renzi presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra Roma 12/04/2013

Video

Ricordi

Alcuni ricordi di Amici e Colleghi

Testimonianze

Opere

Catologo S.I.A.E
Catalogo Musica Sacra

Opere

Ritratti

Ricordi ex alunni

Ritratti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10