Armando Renzi, ultimo grande e vero “ musicista” della gloriosa Scuola Romana.
Aveva un solo difetto : non era cioè un imbonitore di se stesso, come tantissimi altri.
Mi metto a disposizione ben volentieri perché venga ricordato il Pianista, il Compositore, il Direttore d’Orchestra e di Cori… , l’Insegnante generoso, l’Accademico di Santa Cecilia.
Per la completezza della sua indole che spaziava con estrema naturalezza in tutto lo scibile musicale, Armando Renzi è stato un didatta meraviglioso e infaticabile.
Le sue lezione resteranno memorabili negli animi degli alunni che ebbero la fortuna di averlo come insegnante, severo si, ma di grandissima capacità comunicativa.
Vinse nel 1960 il Concorso indetto dal Capitolo Vaticano, per il suo “Curriculum” carico di titoli, per cui veniva eletto all’unanimità nuovo Maestro della gloriosa e pluricentenaria Cappella Giulia.
Allo scioglimento della Cappella alla fine del ’79, dopo venti anni di composizioni grandiose, evocative, suggestive e solenni quali il “Dixit”, “ In Exitus”, “ Beati Omnes” , i Magnificat, gli Offertori, i Cantici, i Vespri ed infinite altre quasi quotidiane, egli non ha mai recriminato, accettando la chiusura ed il “ licenziamento” dignitosamente e nobilmente come sempre era stato nel suo stile di vita.
Da allora però la sua forte fibra ha avuto un irrimediabile scossone, portandola quindi a declinare fino al trapasso.
“Iustorum Animae in manu Dei sunt” è uno dei suoi splendidi Offertori che accompagnò il maestro Armando Renzi nel momento delle esequie avvenute solennemente in S. Pietro nel giugno 1985.

G. B. Salvatori
Cantore Archivista Cappella Giulia
S. Pietro in Vaticano

1986

Video

Omaggio ad Armando Renzi presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra Roma 12/04/2013

Video

Ricordi

Alcuni ricordi di Amici e Colleghi

Testimonianze

Opere

Catologo S.I.A.E
Catalogo Musica Sacra

Opere

Ritratti

Ricordi ex alunni

Ritratti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10